Esposizione all’acido perfluoroottanoico (PFOA) e neoplasie in una comunità contaminata

Posted by: | Posted on: novembre 15, 2014

L’acido perfluoroottanoico (PFOA) è stato associato ad alcuni tipi di neoplasia e con un aumento della mortalità sia nei lavoratori esposti che negli animali da esperimento.

Questo lavoro fa parte di una serie di studi che hanno analizzato l’effetto sulla salute umana dell’acido perfluoroottanoico sui residenti attorno ad un impianto chimico della DuPont. Gli autori dello studio hanno correlato l’esposizione all’acido perfluoroottanoico con l’incidenza dei tumori nei registri tumori dell’Ohio e della Virginia. L’acido perfluoroottanoico fu rilasciato nell’ambiente sia mediante immissione nell’aria atmosferica che mediante scarichi nel fiume Ohio negli anni 1950, causando la contaminazione delle falde acquifere. I campionamenti effettuati sia su centinaia di pozzi privati che su fonti pubbliche dimostrano che, persino dopo la drastica riduzione dell’immissione da parte dell’impianto chimico, la contaminazione delle acque potabili da parte dl PFOA persisteva e continuava ad aumentare negli anni in alcuni distretti situati in prossimità dell’impianto chimico.

Nell’ambito di un’azione legale di massa contro la DuPont, fu condotto un sondaggio su oltre 69.000 soggetti residenti negli anni 2005-2006 in vicinanza delle falde acquifere inquinate. L’acido perfluoroottanoico è utilizzato principalmente come ritardante di fiamma, come impermeabilizzante ed è ubiquitario negli ambienti domestici e nei luoghi di lavoro. Gli studi tossicologici sugli animali hanno correlato l’acido perfluoroottanoico con il cancro pancreatico, testicolare ed epatico. Nell’uomo, due studi su lavoratori esposti hanno dimostrato un aumento statisticamente non significativo di cancro del pancreas e della prostata. In uno studio prospettico danese le concentrazioni plasmatiche dell’acido perfluoroottanoico non erano associate con il cancro della prostata, della vescica, del pancreas o del fegato. In uno studio condotto in Groenlandia fu osservata un’associazione positiva, anche se non significativa dal punto di vista statistico, con il cancro della mammella.

L’obiettivo di questo studio era di analizzare l’associazione fra esposizione al PFOA e il rischio di cancro usando i dati dei registri tumori dell’Ohio e della Virginia dell’est.

Sebbene il numero assoluto di alcune neoplasie risultò basso, fu osservata un’associazione positiva fra cancro del rene e livelli elevati molto elevati di PFOA, i quali raddoppiavano il rischio di questo tipo di tumore rispetto ai soggetti non esposti. Il rischio per il cancro al testicolo era aumentato di circa tre volte nei soggetti con esposizione molto alta.

Anche il cancro all’ovaio e i linfomi non Hodgkin erano quasi raddoppiati nei soggetti con livelli più elevati rispetto a quelli residenti in aree non contaminate; il cancro della prostata mostrava un’incidenza aumentata di circa il 50% nei soggetti esposti rispetto al gruppo di controllo.

Il limite di questo studio è che, a causa del piccolo numero di molte singole specie di neoplasia, non fu possibile evidenziare una correlazione positiva fra livelli più elevati di contaminanti e maggiore incidenza di neoplasie.

L’analisi geografica dei registri tumore, in conclusione, fornisce alcune prove a favore dell’associazione dei livelli molto alti di PFOA con alcuni tipi di neoplasia. Soprattutto le neoplasie renali, testicolari, prostatiche, ovariche e i linfomi non Hodgkin erano in questo studio associati con i livelli più elevati di PFOA, confermando un probabile legame fra esposizione al PFOA e alcune malattie neoplastiche.

Riferimenti bibliografici

1: Vieira VM, Hoffman K, Shin HM, Weinberg JM, Webster TF, Fletcher T. Perfluorooctanoic acid exposure and cancer outcomes in a contaminated community: a geographic analysis. Environ Health Perspect. 2013 Mar;121(3):318-23. doi: 10.1289/ehp.1205829. Epub 2013 Jan 7. PubMed PMID: 23308854; PubMed Central PMCID: PMC3621179.





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares
Leggi articolo precedente:
Aumento del rischio di menopausa precoce in donne esposte ai composti perfluoroalchilici (PFAS)

Nonostante gli effetti tossici dei composti perfluoroalchilici (PFAS) non siano completamente noti, queste molecole sono state associate con numerosi effetti...

Chiudi