Inquinamento atmosferico e BPCO: incidenza, mortalità e ricoveri ospedalieri in una metanalisi della letteratura

Posted by: | Posted on: gennaio 1, 2015

La malattia polmonare istruttiva cronica(BPCO) è una delle principali cause di morte nel mondo, causando circa 3 milioni di decessi all’anno. Fino al 2010 la BPCO era la principale causa di morte e fra le prime cinque cause di anni di vita persi in Asia. Si stima che in tutto il mondo ci siano oltre 210 milioni di persone affette da BPCO e che senza interventi efficaci, il numero di morti per tale patologia aumenterà di oltre il 30% nella prossima decade. I principali fattori di rischio per la BPCO sono il fumo di tabacco, l’inquinamento atmosferico esterno e quello interno alle abitazioni derivante dalla combustione di biomasse ed altre fonti di combustibile fossile. In alcune revisioni sistematiche della letteratura, l’inquinamento atmosferico degli ambienti confinati (abitazione, uffici, eccetera) raddoppia il rischio di BPCO; il fumo di tabacco aumenta il rischio di malattie respiratorie croniche polmonari, mentre la cessazione dell’abitudine al fumo è un’efficace strategia per il trattamento della BPCO. L’inquinamento atmosferico è un problema di estrema rilevanza in Cina a causa del tumultuoso sviluppo industriale che sta avvenendo in quella nazione. Pertanto, la prevenzione delle malattie respiratorie croniche causate dall’inquinamento atmosferico è un problema di estrema rilevanza. Inoltre, la verifica delle misure attuate per migliorare la qualità dell’aria è un aspetto importante per giudicare la qualità delle decisioni politiche del governo cinese. In questo studio sono stati rivisiti i dati della letteratura sulla correlazione  fra incidenza e mortalità da BPCO e inquinamento atmosferico. 

Gli autori di questa revisione sistematica e metanalisi della letteratura hanno selezionato le pubblicazioni sull’argomento con lo scopo di stimare gli effetti quantitativi dell’inquinamento atmosferico esterno, misurate come un aumento delle concentrazioni di PM1 di 10 microgrammi/metro cubo, sulla BPCO in Cina, negli Stati Uniti e in Europa.

In questo studio, nella definizione di BPCO sono comprese anche la bronchite cronica e l’enfisema.

Nell’analisi finale furono inclusi 44 dei 351 articoli selezionati in base ai criteri prestabiliti dagli autori.

Incidenza di BPCO e inquinamento atmosferico

Due studi condotti uno in California e l’altro nella città di Atene mostrarono che l’incidenza di BPCO aumentava di circa il 33 e 37%, rispettivamente, per esposizione ad elevate concentrazioni di particolato.

Prevalenza di BPCO e inquinamento atmosferico

La prevalenza della BPCO era aumentata cumulativamente dell’11% in tre studi che hanno valutato tale outcome.

Inquinamento atmosferico e mortalità per BPCO

Nei 14 studi che avevano valutato il contributo dell’inquinamento atmosferico alla mortalità per BPCO, fu evidenziato un aumento del 3% del rischio, aumento che variava dall’11% per l’esposizione a lungo termine negli studi di coorte all’1% per gli studi a breve termine. Il rischio cmulativo era di 1,07 nell’unione europea e di 1,01 in Cina per l’esposizione alle concentrazioni più elevate di PM 10. In Cina, l’esposizione a breve termine ad un aumento di 10 µg/metro cubo di PM10 causava un aumento dell’1% delle morti acute.

L’esposizione a lungo termine causava un aumento del 10% della mortalità per BPCO.

Inquinamento atmosferico e ricoveri in ospedale per BPCO

L’esposizione a breve termine ad un incremento di 10 µg/metro cubo delle concentrazioni del PM 10 causava un aumento dell’1% dei ricoveri ospedalieri in Cina, del 2% negli Stati Uniti e dell’1% in Europa.

In conclusione, l’inquinamento atmosferico è associato con un aumento dell’incidenza e della prevalenza di BPCO. Un aumento di 10 µg/metro cubo della concentrazione il PM 10 nell’aria ambiente può causare un significativo aumento delle riacutizzazioni e della mortalità da BPCO. I risultati di questo studio forniscono prove convincenti per la necessità di valutare in modo continuo la qualità dell’aria e per attuare urgentemente misure in grado di ridurre le concentrazioni degli inquinanti atmosferici.

Riferimenti bibliografici

1: Song Q, Christiani DC, XiaorongWang, Ren J. The global contribution of outdoor air pollution to the incidence, prevalence, mortality and hospital admission for chronic obstructive pulmonary disease: a systematic review and meta-analysis. Int J Environ Res Public Health. 2014 Nov 14;11(11):11822-32. doi: 10.3390/ijerph111111822. PubMed PMID: 25405599; PubMed Central PMCID: PMC4245645.





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares
Leggi articolo precedente:
L’esposizione a breve termine al particolato atmosferico e epigenetica

L'esposizione al particolato atmosferico aumenta lo stress ossidativo negli individui esposti causando riduzione della funzione polmonare, eccesso di ricoveri ospedalieri...

Chiudi